Primo piano

Imperia, un’altra aggressione razzista: “Non mi lavo dove ti lavi tu, n…!”.

razzismo

E’ stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio aggravato dall’odio razzista F.T., il sessantenne che venerdì 22 luglio ha aggredito un ventenne in via San Secondo, a Ventimiglia, in provincia di Imperia. “Negro, non mi faccio la doccia dove ti lavi tu, ti ammazzo”, avrebbe affermato l’aggressore, prima di scagliarsi con una bottiglia di vetro contro la vittima, di cittadinanza nigeriana. Il tutto sarebbe successo in …

Brava gente a Sala Baganza

26storie-ultima

Vi proponiamo qui di seguito la lettura di un nuovo articolo di Annamaria Rivera, già pubblicato su il manifesto nella edizione odierna. Rivera torna nuovamente a parlare dei torbidi retroscena in cui è maturato, nello scorso maggio, il brutale omicidio razzista del cittadino tunisino Mohamed Habassi, e dei killer reo-confessi. L’autrice aveva già pubblicato altri due articoli a riguardo, che potete consultare cliccando qui e qui , per ricostruire meglio i fatti …

Operatori Legali Specializzati in Protezione Internazionale

images

L’ Associazione per gli Studi Giuridici per l’Immigrazione apre le iscrizioni al corso di Alta Formazione per Operatori Legali Specializzati in Protezione Internazionale che si terrà a Roma. Il corso mira a formare una figura di operatore legale specializzato nella tutela di cittadini stranieri richiedenti o titolari di Protezione Internazionale o umanitaria. L’accesso è riservato a coloro che che abbiano già conseguito un diploma di laurea in giurisprudenza o in altra facoltà umanistica oppure la …

I Comuni e le politiche di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati

Misna_ANCI-213x300

Mercoledì 27 luglio 2016 alle ore 11.00 presso la Sala Conferenze ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani, in via dei Prefetti, 46 a Roma, si terrà la presentazione di ‘Minori Stranieri non Accompagnati, VI° Rapporto – 2016 I comuni italiani e le politiche di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati’, promosso da ANCI, Cittalia, Fondazione ANCI Ricerche e SPRAR – Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo …

Master sul diritto degli stranieri e politiche migratorie

bannermasterdirittodeglistranieriepolitichemigratorie.def.2652016

Sono aperte le iscrizioni al Master di I livello ‘Diritto degli Stranieri e Politiche Migratorie’, attivato presso l’ Università degli Studi di Milano – Bicocca in collaborazione con ASGI, Consorzio Farsi Prossimo, coop. soc. AMELINC e con il patrocinio dell’OIM, Organizzazione Internazionale per le Migrazioni. L’alta formazione fornisce elementi e strumenti giuridici, politici e sociali per gestire l’immigrazione e la condizione giuridica e sociale degli stranieri presenti in Italia, progettare e realizzare politiche migratorie, …

Approfondimenti

Traumi ignorati. I disagi mentali dei richiedenti asilo e l’accoglienza

ti

Un nuovo rapporto di Medici senza frontiere (Msf), dal titolo ‘Traumi ignorati’, realizzato con dati raccolti in vari Centri di accoglienza straordinaria (Cas) – di Roma, Trapani, Ragusa e Milano – tra luglio 2015 e febbraio 2016, lancia l’allarme sul problema del disagio mentale associato all’esperienza migratoria. Un fenomeno “sempre più preoccupante e gravemente sottovalutato”. E le condizioni di accoglienza in Italia non aiutano, anzi a volte …

Atlante Sprar 2015

Atlante_Sprar_2015_copertina_small

E’ stato presentato mercoledì 13 luglio 2016, presso la Sala Conferenze ANCI a Roma, l’Atlante Sprar 2015 (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati).  Giunto ai 15 anni di vita, e figlio del ‘precedente Piano Nazionale Asilo, primo tentativo di strutturare l’accoglienza dei rifugiati nel nostro paese, il sistema fotografato dall’Atlante Sprar vede un’Italia divisa, in cui il Centro-Sud accoglie molto di più. Sicilia, Lazio, Calabria e Puglia hanno …

Le aziende europee di armamenti traggono profitti dalla crisi dei rifugiati

melilla-2014-10-15-770x375

‘Le principali aziende europee di armamenti coinvolte nella vendita di sistemi militari al Medio Oriente sono le stesse aziende che stanno traendo profitti dalla crescente militarizzazione delle frontiere dell’Unione europea’: lo scrive la Rete italiana per il Disarmo , in un articolo pubblicato su Q Code Magazine. Un’analisi che, partendo dal dossier “ Border wars: the arms dealers profiting from Europe’s refugee tragedy  (Frontiera di guerra. Come i produttori di armamenti traggono profitto dalla tragedia dei rifugiati in Europa), promosso dalla ong olandese Stop WapenHandel e …