Primo piano

Decreto Minniti: possibili profili di incostituzionalità?

Diversi “profili di incostituzionalità” per un testo il cui contenuto risulta “complessivamente negativo”: è questo, in estrema sintesi, il commento che Antonello Ciervo, avvocato e membro di Asgi, da in merito al cosiddetto “Decreto Minniti”. La sensazione, secondo l’avvocato, è che ci si trovi di fronte a “mera propaganda politica”. Con il serio pericolo che questa ricada, nel concreto e in chiave negativa, sulle persone e sui loro diritti.

Cittadinanza: non aspettiamo più! #28F manifestazione a Roma

E’ urgente che lo Stato riconosca gli italiani senza cittadinanza come cittadini. Serve che sulle loro vite non si decida più per mero calcolo politico. E’ un loro diritto essere riconosciuti come italiani e italiane, ed è un diritto di chi è già cittadino quello di vivere in un paese al passo coi tempi. Il 28 febbraio, alle ore 15.30, tutti e tutte in piazza del Pantheon a Roma: non possiamo più aspettare!

Magistratura Democratica e Asgi: con il ‘Decreto Minniti’ sempre più distanza tra giudici e cittadini stranieri

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge 17 febbraio 2017, n. 13, “Disposizioni urgenti per l’accelerazione dei procedimenti in materia di protezione internazionale, nonché per il contrasto dell’immigrazione illegale”, in vigore dal 18 febbraio 2017, è stata accompagnata da numerose critiche. Solo ieri Antonello Ciervo di Asgi ci indicava alcuni dei profili più palesemente incostituzionali del Decreto.  Ora Asgi, che già aveva presentato  un commento alle previsioni che il ministro della Giustizia aveva anticipato la scorsa estate, prende una …

Conflitti, guerre civili, vittime e diritto internazionale

Si terrà a Roma il 1 marzo 2017, presso la Sala Conferenza ANRP, il seminario “CONFLITTI, GUERRE CIVILI, VITTIME E DIRITTO INTERNAZIONALE”, organizzato dall’ANRP – Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia, dall’Internamento, dalla Guerra di Liberazione e loro familiari. L’evento prevede una serie di interventi dalla mattina al pomeriggio. Nella prima sessione, a partire dalle ore 10, interverranno:  Enrico Pugliese (Sapienza Università di Roma) – Immigrazioni economiche, …

“Pulizia di massa per i migranti. Anche con le maniere forti”. Non possiamo tacere

Le frasi di Salvini pronunciate a Recco per la campagna di tesseramento del Carroccio suscitano una presa di distanza da parte di movimenti e partiti politici, ma anche da una parte del mondo dell’informazione. Frasi cariche di odio che richiedono un contraddittorio che non c’è stato.

Approfondimenti

Théo e gli altri. Ovvero il razzismo istituzionale in Francia

Segnaliamo l’articolo dell’antropologa Annamaria Rivera, pubblicato su Micromega . A partire dall’ultimo episodio di violenza razzista ad opera delle forze dell’ordine francesi, avvenuto lo scorso 2 febbraio, Rivera propone un excursus che racconta le cause del razzismo istituzionale francese, riportandone i casi più gravi.

“I muri di Trump e quelli dell’Europa”: repressioni a confronto

Segnaliamo un’interessante analisi delle politiche migratorie operate dall’Unione Europea e dagli USA, pubblicata da Internazionale. La giornalista Annalisa Camilli ripercorre le ultime tappe della gestione del fenomeno migratorio nel nostro continente e oltreoceano, sottolineandone le preoccupanti somiglianze e mettendo a nudo l’ipocrisia dei proclami di molti politici europei. Allo stesso tempo vengono messi in evidenza gli effetti controproducenti di questa politica repressiva, e delle violazioni dei diritti umani che si …

Un ritorno al passato: il “nuovo” piano del Viminale su immigrazione e asilo

“C’illudevamo che i Cie avessero fatto il loro tempo e fossero destinati a una progressiva scomparsa, se non altro perché risultati enormemente costosi e inefficaci rispetto alla stessa finalità per cui sono stati istituiti: rendere effettivi i provvedimenti di allontanamento coattivo di persone immigrate prive del permesso di soggiorno. E, invece, dai quattro attuali si passerà ad almeno venti, estesi in tutte le regioni, tranne che in Molise e …