Primo piano

Grillo: “Clandestini rispediti da dove venivano”.

download

“Chi entra in Italia con i barconi è un perfetto sconosciuto: deve essere identificato immediatamente, i profughi vanno accolti, gli altri, i cosiddetti clandestini rispediti da dove venivano”. E’ la linea politica sull’immigrazione espressa da Beppe Grillo nell’ultimo messaggio pubblicato sul suo blog ieri. “Qualcosa è cambiato”, si intitola il post. E questo qualcosa sarebbe

CIE: da 18 mesi a 90 giorni, approvata riduzione tempi di trattenimento

cie--190x130

Cambiano i tempi di trattenimento nei Centri di Identificazione ed Espulsione: ieri la Camera dei deputati ha approvato la norma contenuta nella Legge Europea 2013 bis relativa al periodo massimo di trattenimento dei cittadini stranieri all’interno dei CIE, accogliendo così l’emendamento – già approvato il 17 settembre scorso dal Senato – presentato dai senatori Luigi

Dopo gli episodi di razzismo, a Casalbertone ripartono le lezioni

scritta_antirazzista_sportello_cittadinanza3_1

La scorsa settimana, uno sparuto gruppo di individui legati a Casapound e appoggiati dalla Lega Nord ha impedito l’ingresso agli studenti stranieri e agli insegnanti del Centro Territoriale Permanente di Casalbertone, scrivono le associazioni Yo Migro / ResistenzeMeticce e Arci Roma, informando che lunedì 20 ottobre il IV CTP ha riaperto regolarmente i cancelli e ripreso a fare

Caritas Roma: “Ferite invisibili. Cura delle vittime di tortura e violenza”

Ferite-invisibili

Caritas Roma organizza il seminario “Quando le ferite sono invisibili. Vittime di tortura e di violenza: strategie di cura”, un incontro per discutere delle esperienze dei migranti in arrivo in Italia, della loro salute, dei principali problemi psichici che possono svilupparsi in contesti di conflitto e delle possibilità di cura nel caso di violenze intenzionali. Durante il

Approfondimenti

Migrazioni, conflitti e colpevoli omissioni

images (4)

A un anno dalla strage del 3 ottobre 2013, in cui 368 persone morirono al largo delle coste di Lampedusa, sono molte le ricorrenze orientate alle memoria, al ricordo e alla commemorazione. Momenti importanti per non dimenticare: ma di stragi, purtroppo, ce ne sono state molte altre. Mentre il mondo versa in quella che l’Unhcr

Medu: lo sfruttamento dei braccianti nella “California d’Italia’

eboli

E’ stata definita la “California d’Italia” per la ricchezza, la varietà e l’eccellenza dei prodotti della sua agricoltura. Il recente studio Piana del Sele – Eboli: lo sfruttamento dei braccianti immigrati (e non solo) nella “California d’Italia” di Medici per i Diritti Umani (Medu) si addentra però nelle condizioni di chi è impiegato nelle attività agricole di