Le conclusioni del Consiglio Europeo del 23 aprile 2015 in sintesi

24/04/2015
consiglio-europeo-straordinario

Rafforzare la presenza europea in mare. Combattere i trafficanti in accordo con le leggi internazionali. Prevenire l’immigrazione irregolare. Rinforzare la solidarietà e la responsabilità interne. E’ davvero questo “tutto quello che l’Unione Europea può fare per prevenire l’ulteriore perdita di vite umane e per contrastare alla radice le cause dell’attuale emergenza umanitaria”? A quanto pare si, come si legge nel comunicato diffuso ieri sera al termine del Consiglio europeo straordinario …

Rafforzamento delle operazioni nel Mar Mediterraneo: ecco i mezzi dati dai paesi membri.

24/04/2015
MALMSTROEM E ALFANO, PARTE FRONTEX PLUS

Il Consiglio europeo straordinario sull’immigrazione, tenutosi ieri, ha prodotto un piano che “offende le migliaia di vittime che in questi anni hanno perso la loro vita nel mar Mediterraneo, e consegna il destino delle persone che nelle prossime settimane cercheranno di arrivare in Europa alla fatalità del caso”. Tra le altre cose, è stato deciso il rafforzamento delle operazioni Triton e Poseidon, sotto il mandato di …

Europa: cieca e sorda

24/04/2015
fortress-europe

Ipocrite, ottuse, disumane e irresponsabili. Le scelte dei capi di Governo riuniti nel Consiglio europeo straordinario sull’immigrazione del 23 aprile non possono che essere giudicate in questo modo. Anche le peggiori aspettative sono state disattese. Non è cambiato il mandato della missione Triton né, diversamente da quanto diffuso alla vigilia della riunione, è stato esteso il suo raggio di azione. Ciò significa che le navi di …

Il Presidente del Consiglio alla Camera: tanta retorica, nessun cambiamento

23/04/2015
renzi

Ieri il Presidente del Consiglio ha riferito alla Camera e al Senato in merito alle richieste che il governo italiano porterà oggi alla riunione del Consiglio Europeo straordinario sull’immigrazione. Dopo aver sottolineato “l’aspetto di cordoglio, e di gratitudine” alle forze dell’ordine e agli operatori e operatrici che si fanno carico dell’accoglienza, il premier Renzi ha insistito sull’importanza di un piano, quello politico, “perché o c’è la …

Sempre più social, sempre meno società. L’importanza di dire basta.

22/04/2015
Dislike-Social-Media3

“La tragedia dei migranti, con oltre 700 morti nel Canale di Sicilia, ha provocato naturalmente moltissimi commenti e reazioni sulla nostra pagina Facebook. In buona parte ispirati dalla solidarietà e dal senso di umanità ma purtroppo c’è stata anche una minoranza che ha dato libero sfogo all’odio, al razzismo e a sentimenti più negativi e ignobili. A causa di questo, di un uso dei social media …

Stragi migranti: le persone in piazza: “Basta parole, azioni concrete”.

22/04/2015
strage-migranti

Fermare la strage, subito! Sotto questa richiesta intrisa di dolore e di rabbia ieri in piazza Montecitorio si sono riunite moltissime persone. Si parla di più di mille partecipanti al presidio romano, accompagnato da decine di iniziative in altre città italiane: uniti per gridare all’Unione Europea, ai governi dei paesi membri e all’esecutivo italiano che non c’è più tempo da perdere né vi sono parole da …

Naufragio nel Canale di Sicilia, Miur invia circolare a scuole

22/04/2015
??????

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) ha inviato una circolare a tutte le scuole, per invitare dirigenti scolastici e insegnanti ad utilizzare le giornate dal 27 al 30 aprile per sensibilizzare gli studenti sui temi dell’immigrazione e dell’integrazione. Un’iniziativa pensata “in memoria delle centinaia di vittime che hanno perso la vita nel Canale di Sicilia” come si legge nella nota ministeriale, “per far sì che …

UE: un’agenda che non promette niente di buono

21/04/2015
fortress europe

Ieri il commissario europeo per l’immigrazione Avramopoulos ha anticipato i 10 punti del “piano sull’immigrazione” al vertice congiunto di ministri degli Esteri e dell’Interno europei che si è svolto a Lussemburgo. Un’agenda che sembra una dichiarazione di guerra.

Fermare la strage. Subito! 21 aprile 2015 mobilitazione nazionale

21/04/2015
fermare la strage

Sono moltissime le realtà che stanno aderendo alla giornata di mobilitazione  nazionale prevista per oggi, martedì 21 aprile, alle ore 17.00 a Montecitorio. Ecco i primi aderenti.

#fermare la strage: appello per la mobilitazione nazionale

20/04/2015
fermare-la-strage

Fermare la strage, subito! In una settimana più di mille morti in due stragi annunciate. Stragi che hanno responsabilità precise: le scelte politiche e le leggi dei governi dell’UE (compreso quello italiano). Domani 21 aprile 2015 mobilitazione nazionale in tutta Italia. A Roma appuntamento a partire dalle 14,30 davanti a Montecitorio.